COSTITUZIONE, SEDE E DENOMINAZIONE

Art.1

Si costituisce una associazione artistica e di promozione sociale denominata kunstGrenzen con sede legale in Rovere’ della Luna (TN), Via Villotta n. 7/a.

 

FINALITA' E DURATA

Art.2 

L'Associazione è apolitica, aconfessionale e non ha scopo di lucro e persegue finalità di promozione artistica e sociale. Per il miglior raggiungimento degli scopi, l'Associazione potrà, tra l'altro, svolgere attività di gestione e conduzione di spazi espositivi, nonché lo svolgimento di attività didattica e formativa per l’avvio, l’aggiornamento e il perfezionamento in campo artistico, oltre alla valorizzazione e il recupero di beni artistici sul territorio. L’Associazione potrà collaborare o anche aderire ad altri enti, sia pubblici che privati con  similari, affini o complementari con i quali siano condivisi gli scopi e gli intendimenti. L'Associazione ha durata illimitata e potrà essere sciolta soltanto con delibera dell'assemblea straordinaria degli associati oppure per asenza di associati.

 

OGGETTO SOCIALE

Art.3 

Per la realizzazione dei propri scopi e nell’intento di operare per la realizzazione di interessi a valenza collettiva, l’Associazione si propone di:

  1. favorire l’estensione dell’attività culturale nel promuovere iniziative artistiche nell’ambito Comunale, Regionale,Nazionale ed estero scambi culturali ed espositivi con altre associazioni che abbiano interessi scopi ed intendimenti similari.
  2. Promuovere ed organizzare iniziative culturali,  artistiche, mostre ed esposizioni di disegno, pittura, scultura, ceramica, fotografia, noché seminari a vario titolo atte allo sviluppo di tematiche  ludiche-culturali e musicali, feste, esibizioni, concerti, spettacoli (musicali, teatrali, cinematografici, arti visive), casting, concorsi, attività ludico-sportive, iniziative di aggregazione, animazione e socializzazione incontri di letteratura e di poesia e tutte quelle attività di ordine ludiche-culturale non citate nel presente testo.
  3. promuovere o favorire mostre di propri associati o di gruppi di essi o di singoli operatori. L’Associazione si riserva inoltre di porre in essere alcuni servizi  di sostegno e servizio ai soci anche rispetto ad attività di ristoro e somministrazione di alimenti e bevande al fine di costruire uno spazio organizzato ed accogliente dedicato al libero incontro e promuova occasioni di confronti interpersonali; - Realizzare attività editoriali mediante la pubblicazione e la distribuzione di riviste, bollettini, CD, DVD ed ogni altro strumento idoneo alla promozione e alla diffusione della cultura e dell’arte sia cartacea che online. Inserire una pagina virtuale come facebook  ed altre similari (instagram, linkedin you-tube, twitter, tumlb ecc..ecc..). Creare un sito web. L’Associazine favorira’ la collaborazione  con riviste d’arte cartacee ed online, portali web-art e tutte le nuove realta’ che a promuovere il mondo artistico-culturale
  4. Collaborare con altre Associazioni ed organismi no profit per la promozione e diffusione della cultura, della musica, dell’arte e del volontariato.
  5. Organizzare corsi e laboratori a carattere artistico, culturale e musicale, aperti alla cittadinanza, al mondo scolastico ed agli artisti. Allo scopo potra’ avvalersi di collaboratori esterni, critici e curatori promuovendo altri soci nel terrritorio provinciale, regionale, nazionale ed estero
  6. Produrre, partecipare e promuovere tutte le attività editoriali riferibili allo scopo sociale quali pubblicazioni di giornali, newsletter, blog, atti di convegni e seminari, materiale didattico; gestendo e curando la creazione di siti internet, la produzione di materiale fonografico, informatico ed audiovisivo
  7. Sviluppare l’utilizzo di reti telematiche e strumenti di comunicazione di massa, come newsgroup, mailing-list, social-forum, pubblicazioni.
  8. Accedere a finanziamenti pubblici o privati fornendo tutte le garanzieche saranno richieste, al fine di raggiungere gli scopi sociali;
  9. Aderire, progettare e realizzarequalunque iniziativa atta al raggiungimento degli scopi dell’Associazione;
  10. Esercitare, in via meramente marginale e senza scopi di lucro, attività di natura commerciale per autofinanzi
  11. Collaborare con altri Enti, pubblici e privati, interessati a vario titolo alle finalità oggetto del presente statuto: in tal caso dovrà osservare le normative amministrative e fiscali vigenti.

Per lo svolgimento delle suddette attività, l’Associazione può avvalersi sia di prestazioni retribuite che di prestazioni gratuite.Per lo svolgimento delle suddette attività, l’Associazione si avvale prevalentemente dell'attività prestata in forma volontaria, libera e gratuita dei propri associati.

L'Associazione: per manifestazioni afferenti gli scopi istituzionali, può avvalersi di attività prestata in forma volontaria, libera e gratuita da persone non associate alla Associazione;può inoltre avvalersi, in caso di particolare necessità, di prestazioni di lavoro autonomo o dipendente, anche ricorrendo ai propri associati.

  

RISORSE ECONOMICHE

Art.4

I soci sono tenuti al puntuale pagamento delle quote associative e dei contributi deliberati dal Consiglio Direttivo e dall’Assemblea, nonché al rispetto delle norme statutarie e regolamentari dell’Associazione e delle disposizioni emanate dal Consiglio Direttivo.

 L’Associazione trae le proprie risorse economiche per il funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività da:

  1. contributi degli aderenti e dei privati;
  2. contributi dello Stato, di Enti e di Istituzioni Pubbliche o di Organismi Internazionali;
  3. donazioni e lasciti testamentari;
  4. entrate derivanti da convenzioni o da cessione di beni o servizi agli associati o ai terzi;
  5. entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali o da iniziative promozionali.

Il fondo comune costituito con le risorse di cui al comma precedente non può essere ripartito tra i soci né durante la vita dell’Associazione, né all’atto del suo scioglimento.

L’esercizio finanziario dell’Associazione ha inizio il 1 gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

Al termine di ogni esercizio sociale il Comitato Direttivo redige il bilancio consuntivo e lo sottopone all’approvazione dell’Assemblea dei soci entro il mese di maggio dell’anno seguente  l’esercizio finanziario.

 

QUOTA ASSOCIATIVA

Art.5

La quota associativa, che viene annualmente stabilita dal consiglio direttivo, è personale e non rimborsabile e non può essere trasferita a terzi o rivalutata.

 

CRITERI DI AMMISSIONE ED ESCLUSIONE DEI SOCI

Art.6

Il numero dei soci è illimitato. Chiunque può farne parte nel rispetto delle normative vigenti in ordine  di associazionismo secondo le leggi vigenti ed il rispetto del libero pensiero politico, culturale e religioso.

Sono altresì membri dell’Associazione i Soci Fondatori e tutti i soggetti, persone fisiche o entità collettive di diritto privato senza scopo di lucro o economico, che si impegnino a contribuire alla realizzazione degli scopi dell’Associazione e ad osservare il presente statuto.

L’ammissione dei soci è subordinata alla presentazione di apposita domanda scritta da parte degli interessati. Un volta iscritti, essi godono del diritto di partecipazione nelle assemblee sociali, nonché dell'elettorato attivo e passivo.

La qualità di socio si perde per recesso, per esclusione o per decesso.

Il recesso da parte dei soci deve essere comunicato in forma scritta all’Associazione almeno 2 mesi prima dello scadere dell’anno in corso.

L’esclusione dei soci è deliberata dall’Assemblea su proposta del Comitato Direttivo per:

  1. mancato versamento della quota associativa per 1 anno;
  2. comportamento contrastante con gli scopi dell’Associazione;
  3. persistenti violazioni degli obblighi statutari.

In ogni caso, prima di procedere all’esclusione devono essere contestati per iscritto al socio gli addebiti che allo stesso vengono mossi, consentendo facoltà di replica.

Il socio receduto o escluso non ha diritto alla restituzione delle quote associative versate.

 

CATEGORIE DI SOCI

Art.7

I soci si distinguono nelle seguenti categorie:

  1. Soci Fondatori che hanno sottoscritto l’atto costitutivo dell’associazione.
  2. Soci Ordinari la cui iscrizione avviene successivamente, previa presentazione di domanda e ammissione deliberata dal Consiglio Direttivo.
  3. Soci Onorari possono essere persone che si siano distinte per meriti particolari a favore dell'Associazione o per attività culturali rientranti nell’oggetto dell’associazione. Detta segnalazione verrà esaminata e messa ai voti dal Consiglio Direttivo durante una riunione ordinaria del Consiglio. I soci onorari non hanno diritto di voto.

 

SOCI FONDATORI E ORDINARI

Art.7/a

I soci fondatori dell’associazione sono;

  • Gentile Polo, [omissis]
  • Claudio Cavalieri, [omissis]
  • Martorelli Lucia, [omissis]
  • Martorelli Damiano, [omissis]
  • Andrea Pozza, [omissis]

I soci fondatori si impegnano a versare la quota annua di € 50.00 ( modificabile  eventualmente ogni triennio)  ed a collaborare secondo quanto disposto nell’art. 6 del presente statuto, collaborando fattivamente per l’avvio e la prosecuzione delle attivita’ dell’Associazione.  La quota dei  soci ordinari verra decisa ogni anno dal consiglio direttivo ed all’atto costitutivo e’ quantificata in €  25,00.

Allo scopo verranno indette riunioni finalizzate a questo scopo nella sede principale dove si svolgono le attivita’ della Associazione stessa.

 

ORGANI SOCIALI

Art. 8

Sono organi dell’Associazione:

  1. l’Assemblea dei soci;
  2. il Comitato Direttivo;
  3. il Presidente.

 Le cariche associative vengono ricoperte a titolo gratuito. Ai titolari delle cariche spetta comunque il rimborso delle spese sostenute.

  

ASSEMBLEA

Art. 9

L'Assemblea generale dei soci è il massimo organo deliberativo dell'Associazione. E’ indetta dal Consiglio Direttivo e convocata dal Presidente in sessione ordinaria e straordinaria.

L'assemblea puo’ essere convocata almeno ore prima che sia  indetta . I soci in regola con il pagamento delle quote associative hanno la possibilità di convocare l'assemblea ordinaria, comunicandolo con gli stessi criteri ma almeno10 giorni prima della convocazione, secondo quanto prevede l'art. 20 del codice civile, che indica un decimo di tutti gli associati.

La convocazione dell’assemblea straordinaria potrà essere richiesta al Consiglio Direttivo da:

  1. almeno la metà più uno degli associati
  2. almeno la metà più uno dei componenti il Consiglio Direttivo.

Le assemblee sono presiedute dal Presidente; in caso di sua assenza o impedimento, dal Vice-Presidente o da una delle persone legittimamente intervenute all’assemblea ed eletta dalla maggioranza dei presenti.

L’assemblea nomina un segretario a cui viene affidato il compito di redigere un resoconto della seduta.
Potranno prendere parte alle assemblee ordinarie e straordinarie dell'Associazione i soli associati in regola con il pagamento delle quote associative Ogni socio ha diritto ad un voto e può rappresentare in assemblea, per mezzo di delega scritta, altri associati.

Sono ammesse massimo due deleghe per la rappresentanza dei soci assenti.
L'assemblea ordinaria deve essere convocata almeno una volta all'anno, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale, per l'approvazione del bilancio consuntivo e per programmare le attività dell’anno successivo.

L’assemblea straordinaria delibera sulle seguenti materie: approvazione e modificazione dello statuto sociale; atti e contratti relativi a diritti reali immobiliari; elezione degli organi sociali elettivi decaduti; scioglimento dell’Associazione e modalità di liquidazione.

 

VALIDITÀ DELL’ASSEMBLEA

Art.10 

L’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è validamente costituita in prima convocazione quando sia presente o rappresentata almeno la metà più uno dei soci. In seconda convocazione, l’Assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti o rappresentati.

Le deliberazioni dell’Assemblea sono valide quando siano approvate dalla maggioranza dei presenti.

Le modificazioni dello statuto devono essere approvate con la partecipazione della maggioranza dei soci ed il voto favorevole dei 3/4 dei presenti.

La deliberazione riguardante lo scioglimento dell’Associazione e relativa devoluzione del patrimonio residuo, deve essere adottata con il voto favorevole di almeno ¾ degli associati.

 

CONSIGLIO DIRETTIVO

Art. 11

Il Consiglio Direttivo è composto da un numero variabile da tre a sette componenti compreso il Presidente determinato, di volta in volta, dall’assemblea dei soci ed eletti, compreso il Presidente, dall'assemblea stessa.

Il Consiglio Direttivo nel proprio ambito elegge il Vice-Presidente ed il Segretario con funzioni anche di tesoriere. Possono ricoprire cariche sociali i soli soci in regola con il pagamento delle quote associative.

Il Consiglio Direttivo è validamente costituito con la presenza della maggioranza dei suoi componenti e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti e dura in carica tre anni. I membri sono rieleggibili. Nel caso in cui viene meno la maggioranza occorre procedere a nuove elezioni. Le deliberazioni del Consiglio Direttivo devono risultare da un verbale sottoscritto da chi ha presieduto la riunione e dal segretario. 

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il presidente lo ritenga necessario, oppure se ne sia fatta richiesta da almeno la metà dei consiglieri.

Sono compiti del Consiglio Direttivo:

  1. deliberare sulle domande di ammissione dei soci;
  2. redigere il bilancio preventivo e quello consuntivo da sottoporre all'assemblea;
  3. indire le assemblee ordinarie e straordinarie dei soci
  4. attuare le finalità previste dallo statuto e l’attuazione delle decisioni dell’assemblea dei soci

 

PRESIDENTE, VICEPRESIDENTE E SEGRETARIO

Art. 12

Il Presidente è eletto dall’assemblea. Ha la rappresentanza legale dell’Associazione, che dirige e della quale controlla il funzionamento nel rispetto della competenza degli altri organi sociali. Nei casi di urgenza il Presidente può esercitare i poteri del Consiglio chiedendone poi ratifica nella assemblea immediatamente successiva.   

Il Vice-Presidente sostituisce il Presidente in caso di sua assenza o impedimento temporaneo ed in quelle mansioni per le quali venga espressamente delegato.                    

Il segretario redige i verbali delle riunioni, attende alla corrispondenza. In vece del Presidente può occuparsi dell'amministrazione dell'Associazione e si incaricandosi della tenuta della contabilità, nonché, quale tesoriere, delle riscossioni e dei pagamenti a effettuarsi previo mandato del Consiglio Direttivo. Questi organi hanno durata triennale dalla data della loro elezione.

A lato della sottoscrizione dell’atto e  fino alla prima assemblea convocata dove si eleggerà il consiglio direttivo definitivo  vengono nominati provvisoriamente Presidente: Polo Gentile, Vicepresidente: Cavallieri Claudio e Segretario: Martorelli Lucia

 

RENDICONTO

Art. 13

Il Consiglio Direttivo redige il bilancio dell’Associazione, sia preventivo che consuntivo, da sottoporre all’approvazione assembleare.  

Il bilancio deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale ed economico-finanziaria dell'Associazione  dell'anno sociale ed esercizio finanziario a cui si riferisce  (anno che inizia ogni 1° gennaio e  termina il 31 dicembre di ciascun anno), nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati.

L’associazione ha l’obbligo di reinvestire l’eventuale avanzo di gestione a favore di attività istituzionali statutariamente previste

  

PATRIMONIO

Art. 14

I mezzi finanziari dell’Associazione sono costituiti dalle seguenti entrate:

  1. dalle quote associative annuali ( soci fondatori e soci ordinari).
  2. Quote da artisti o attivita’ partecipanti ad iniziative programmate in sede o fuori sede proposte dall’Associazione o dai proventi derivanti dalle attività divese organizzate in seno all’Associazione nella sua sede.
  3. contributi di enti ed associazioni privati o pubblici, da lasciti e donazioni su progetti  condivisi
  4. stanziamenti degli enti Locali, Provinciali , Regionali, Nazionali , Europei ed Internazionali

 

SCIOGLIMENTO

Art. 15

L’atto di scioglimento dell'Associazione è deliberato dai 3/4 di tutti i componenti dell’Assemblea oppure per rinuncia dei soci fondatori e soci ordinari  di partecipazione all’Associazione stessa. In caso di scioglimento dell’Associazione, dopo le operazioni di liquidazione il patrimonio residuo verrà devoluto a fini di utilità sociale.

 

NORMA DI RINVIO

Art. 22 

Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni del Codice Civile e delle leggi vigenti in materia

 

Rovere’ della Luna, 24 febbraio 2020

Sottoscrivono:

  • il Presidente: Gentile Polo
  • Vicepresidente: Claudio Cavallieri
  • Segretario: Lucia Martorelli
  • Soci fondatori: Damiano Martorelli, Andrea Pozza

Prossimi eventi

Trovi tutti gli eventi di "Kunst Grenzen-Arte di frontiera" anche sulla rivista:

Libri in evidenza

Pensieri
by Gentile Polo
Il segreto dello Stagno Incantato
by Damiano Martorelli
Chiese e Cristianesimo in Alto Adige
by Damiano Martorelli
Introduzione alle figure retoriche
by Damiano Martorelli
Rosa dei Venti
by Damiano Martorelli
Alto Adige tra V e VIII sec. d.C.
by Damiano Martorelli
Aderisci a Kunst Grenzen
Grenzen
Per info scrivete a: kunstgrenzen20artedifrontiera@gmail.com

Partners & Sponsors

Azienda Vinicola Gaierhof
Radio Music Trento
Studio Martorelli

Calendario eventi

Ottobre 2020
D L M M G V S
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31